Teatro Palladium (Roma)

venerdi’ 24 e sabato 25 marzo h 21

 

locandina Palladium 2

 
 
Nato dalla penna del più illustre dei poeti vittoriani Lord Alfred Tennyson, Enoch Arden fu pubblicato come poema in versi nell’agosto 1864 riscuotendo un successo da vero best seller (17.000 copie nel giorno di pubblicazione; 60.000 in soli quattro mesi).
R. Strauss riprese il poema alla fine del secolo nella traduzione tedesca di A. Strodtmann per farne un suggestivo melologo per pianoforte (il melologo è una forma musicale drammatica in cui testo e musica si alternano, si sovrappongono, si sottolineano a vicenda).
Racconto commovente e dolcissimo, Enoch Arden narra la storia di tre fanciulli di un piccolo porto della costa meridionale dell’lnghilterra.
Enoch (figlio orfano di un marinaio), Philip (il figlio del mugnaio) ed Annie (la ragazzina più graziosa del villaggio) giocano sulla spiaggia tra i relitti del mare. Divenuti adolescenti i due ragazzi s’innamorano di Annie. Ella a Philip preferisce Enoch – divenuto a sua volta marinaio – e lo sposa. Un giorno però Enoch s’imbarca per un lungo viaggio…
Ne nasce una storia semplice ma tormentosa, con uno schietto sapore di leggenda, “storia di mare e d’amore, viaggio reale e simbolico sull’onda della poesia e della musica” (A. Boccalari).
 Sullo sfondo il mare, col suo cupo muggito, fa da cornice alle vicende dei protagonisti e incarna la natura profonda, ineluttabile, del destino.
 ll commento musicale di R. Strauss, “ricco d’intelligenza drammatica e persino cinematografica ante litteram” (Q.Principe), venato di suggestive inquietudini armoniche, fa di questo “melodramma da camera” un’opera di fortissimo impatto emotivo oltre che un’espressione perfetta del romanticismo europeo fin de siècle.
 
 
 
*****
 
 
TEATRO PALLADIUM
Via Bartolomeo Romano, 8 Roma (Garbatella)
 
Biglietteria e info
Tel. 327 2463456 (10,00:20,00)
biglietteria.palladium@uniroma3.it
 
 

RASSEGNA STAMPA

ENOCH ARDEN – La vividezza della passione

 

di Gabriele Amoroso
 
Un racconto tra voce e pianoforte, intessuto di sentimenti, immagini evocative e passioni umane. Rievocazione di un tempo remoto, ci arriva facendoci davvero trascorrere un’ora di puro romanticismo, quasi come una carezza delicata e suadente, che commuove e coinvolge i nostri sensiEnoch Arden è un poema in versi dell’autore di epoca vittoriana Lord Alfred Tennyson. Risalente al 1864, fu rielaborato alla fine del secolo da Richard Strauss, che  ne fece un monologo per pianoforte. Al Teatro Palladium di Roma, il 24 e 25 marzo, il melologo per voce recitante (Vanessa Gravina) e pianoforte (Tiziana Cosentino) è stato magistralmente interpretato dalle due figure femminili.La storia, semplice quanto toccante, vede protagonisti tre ragazzi, Enoch, Philip ed Annie, i quali trascorrono la propria giovinezza in una cittadina marittima del sud dell’Inghilterra. Come nelle più classiche storie d’amore, i due giovani uomini perderanno entrambi la testa per Annie, ma sarà il protagonista a conquistarla e sposarla, finché il destino e la necessità lo portano a doversi imbarcare e lasciare moglie e figli. E nuovamente, seguendo i canoni dei drammi romantici più travagliati, la storia cambia direzione, con Philip che torna discretamente e completamente nella vita di Annie.La vicenda si svolge tra toni quasi bucolici e momenti di sentimentalismo puro eappassionato, lasciando chi ascolta in una condizione di vera e propria attesa per l’epilogo. E questa versione musicata dell’opera ci fa arrivare questa percezione in modo impeccabile, infatti è carica di sfumature narrativamente potenti edemozionanti.L’effetto acustico del pianoforte, suonato magnificamente da Tiziana Cosentino, porta lo spettatore in una dimensione che supera il puro ascolto ma è in grado disvegliare tutti i sensi e lascia immaginare perfettamente tutto ciò che viene raccontato.Nelle vesti di narratrice c’è Vanessa Gravina: ispirata, emozionata, bellissima, attraverso la sua voce inconfondibile e una carica interpretativa misurata e splendidamente drammatica, accompagna gli ascoltatori in un’altra epoca e rende chiari e vivi tutti i sentimenti che Lord Tennyson ha scritto.Enoch Arden offre al pubblico un’ora di romanticismo tipicamente “europeo“, suggestivo e persino commovente.

 

 https://brainstormingculturale.wordpress.com/cultura/eventi/enoch-arden-naufrago-per-amore/

 

******